Chirurgia colon-rettale

Presso la U.O. dove opero trattiamo un elevato numero di pazienti affetti da patologie benigne o maligne del colon e del retto con chirurgia sia tradizionale sia mini-invasiva (laparoscopica pura o robotica con sistema Da Vinci). Inoltre collaboriamo continuamente con i colleghi oncologi e radioterapisti per eventuali trattamenti di chemioterapia e radioterapia quando opportuni. Dopo l’intervento seguiamo i pazienti con un assiduo programma di follow-up con controlli ed esami periodici.

 

Ho maturato un’ampia esperienza di chirurgia colon-rettale, effettuando come primo operatore numerose emicolectomie (destra o sinistra), resezioni del sigma, colectomie totali, escissioni mesorettali totali (TME), resezioni anteriori del retto, amputazioni addomino-perineali e resezioni transanali. A seconda dell’estensione della neoplasia (maligna o benigna) e delle condizioni generali del paziente, tratto i casi di chirurgia colon-rettale o con tecnica tradizionale o con tecnica mini-invasiva (incluso quella robotica).

 

All’esperienza chirurgica, unisco un interesse di ricerca scientifica per le patologie del colon e del retto. In particolare, ho studiato tematiche inerenti il trattamento laparoscopico del cancro del retto, le complicanze sessuali ed urinarie dopo resezione del retto laparoscopica con TME, il cancro del retto giovanile con l’analisi immunoistochimica dell’espressione delle proteine del mismatch repair, il ruolo della colon-TC nei pazienti con HNPCC, l‘accuratezza diagnostica della colon-TC nelle lesioni piatte del colon e la Sindrome di Muir-Torre.